Bedouin Aid – mostra fotografica e concerto di beneficienza

Creando un ponte di pace fondato sulla cultura e comprensione.

bedouin_aid_poster

Bedouin Aid Benefit

Firenze, 13 gennaio 2011Se iniziassimo a vederci come fratelli, tutti impegnati nelle stesse cose e con gli stessi problemi, forse potremmo iniziare a porre fine a questa follia. Noi siamo padri, madri, sorelle, lavoratori, imprenditori, emigranti, amanti e soprattutto, figli… Noi viviamo nel Medio Oriente, e nell’Occidente, nell’Atlantic Avenue o in Edgware Road… Siamo Musulmani, Cristiani, Sikhs, Buddisti, Jews, Druse, Persiani e molti altri…

Fino a quando ci considereremo diversi, le guerre non avranno mai fine. Quando inizieremo a vedere il volto del nostro nemico come quello di un nostro fratello, allora ci potrà essere ancora speranza.Mark Abouzeid, co-founder BHP

Il Bedouin Heritage Project propone una serata multiculturale di musica, arte, cibo, bevande e benificienza il 20 Gennaio 2011… un evento per dare sostegno e visibilità ai lavori del Beduoin Heritage Project. L’intento della serata è condividere un momento in compagnia di musica, cultura e solidarietà. I fondi raccolti saranno utilizzati per il Festival Beduino e workshop su “Cultura e Sostenibilità” che si terrà a Firenze, 18 maggio e 19, 2011.

Programma per 20 Gen 2011
ore 18 e 30 inizio dell’aperitivo con introduzione del BHP ed esibizione della mostra fotografica degli studenti di Mark Abouzeid e dei tirocinanti di BHP

ore 18 e 45 saluto in video da parte di Saleem Ali Lafi Zelabieh dal deserto di Wadi Rum, Giordania

ore 19 Intrattenimento con

  • Black Powder, come il teen spirit stravolge la tradizione
  • Canto moderno dell’Accademia MusicArea, con una selezione di Blues, Pop e Rock
  • RBHS Concert Choir da New Jersey, USA
  • Una Fiaba Beduino raccontato da Mark Abouzeid con Foto dal deserto di Wadi Rum
  • Asta delle foto per raccolta fondi a favore del progetto
  • Acoustic Spirit Duo, vincitore del concorso musicale YANG STATION II a Montemurlo (Prato)
  • Romina Diaz, una voce che non potrete dimenticare e il Blues Jam aperto a tutti musicisti.
  • Blues Jam con musicisti da tutti Italia

Il Bedouin Heritage Festival a Firenze si propone di presentare alla comunità globale lo stile di vita beduino e quindi le radici comuni di tutti i popoli arabi. Lo scopo del festival sarà quello di riunire i rappresentanti della tribù Zelabieh del Wadi Rum, considerata Patrimonio Culturale Mondiale dall’UNESCO, e il pubblico fiorentino come un mezzo per dimostrare l’importanza del patrimonio culturale e la diversità di Giordania, la sua gente e la geografia.

Mostre e dimostrazioni saranno accompagnate alle musiche tradizionali, balli, cibo, racconti e altri aspetti del patrimonio culturale, come il vestito tradizionale.

Un workshop aprirà un dialogo tra amministratori pubblici, professionisti ICH, ONG, ricercatori e studenti sul patrimonio culturale immateriale e l’economia sostenibile. Gli argomenti trattati riguarderanno il boom del mercato per il turismo culturale, il patrimonio culturale come contesto per i siti del patrimonio mondiale e nuovi strumenti / metodologie per glioperatori della ICH.

Quote/UnQuote:

La cultura non è semplicemente un altro settore di attività, un prodotto di largo consumo o un bene da preservare. La cultura è il substrato stesso di tutte le attività umane, che da essa acquistano significato e valore. Questo è il motivo per il quale il riconoscimento della diversità culturale può contribuire a garantire che la proprietà delle iniziative di sviluppo e di pace sia affidata alle popolazioni che riguardano.”

UNESCO

Nel campo di battaglia ideologico, la diversità culturale è spesso usato come strumento di lotta politica che è degenerato in aperta xenofobia, populismo e le diverse forme di estremismo, di conversione di talune comunità o culture in un bersaglio. Questa tendenza deve essere messo in discussione, insieme a intellettuali, scrittori e personalità di spicco che contribuiscono a plasmare le opinioni pubbliche della regione.”

Anna Lindh Foundation

About the Bedouin Heritage Project

I vecchi sono I libri dei giovanni.
…Arabian Proverb

Il Bedouin Heritage Project è un’iniziativa culturale trasversale finalizzata a salvaguardare lo straordinario patrimonio culturale del popolo Beduino in tutta la regione. Lo scopo del lavoro di BHP è di aiutare i beduini a identificare, salvaguardare e tramandare le tradizioni orali e il patrimonio immateriale che è a rischio a causa di numerose forze politiche e sociali.

In un ambito più ampio, BHP sta costruendo un ponte per la pace basato sulla comprensione ed il rispetto reciproco. Il Bedouin Heritage Festival a Firenze si propone di presentare alla comunità globale lo stile di vita beduino e quindi le radici comuni di tutti i popoli arabi.